Nuova malattia del noce: Cancro rameale Stampa
Martedì 29 Luglio 2014 11:51

Cancro rameale 320-080Il cancro rameale del noce è una malattia letale per la pianta, ampiamente diffusa negli Stati Uniti, che recentemente è stata segnalata su piante di noce nero (Juglans nigra) in provincia di Vicenza.

Al fine di diffonderne la conoscenza e le strategie in atto si pubblica la scheda divulgativa realizzata sull'argomento da Veneto Agricoltura, Settore Servizi Fitosanitari della Regione Veneto ed Università degli Studi di Padova.

 

La malattia  può colpire anche il noce europeo (J. regia) e, verosimilmente, gli ibridi delle due specie, con importanti ripercussioni dal punto di vista ecologico ed economico per il nostro territorio.

I principali sintomi utili al riconoscimento della malattia sono il rapido disseccamento di parti di chioma a partire dalle porzioni piu giovani, i cui rametti presentano abbondanti e piccoli fori dovuti all’insetto vettore. Le corrispondenti foglie disseccano senza cadere a terra, assumendo un portamento a bandiera.

Il fungo patogeno, Geosmithia morbida, è veicolato nell’ambiente dagli adulti del coleottero scolitide Pityophthorus juglandis, parassita specifico dei noci che si sviluppa sotto le cortecce di giovani rametti.

 

Allo stato attuale, la pericolosita della malattia e la velocita di diffusione suggeriscono un suo attento monitoraggio nei vari contesti colturali (piantagioni da legno e da frutto, arboreti, parchi e giardini) in cui i noci sono presenti del nostro Paese. In questa fase iniziale, l’informazione e la formazione delle diverse figure professionali coinvolte sia nella nocicoltura da legno e da frutto sia nel commercio di piante e legno di noce (vivaisti, tecnici, proprietari, terzisti, segherie) assumono un ruolo primario nel contribuire all’identificazione e alla pronta segnalazione di nuovi focolai.

 

Per maggiori informazioni scarica la scheda divulgativa sul cancro rameale del noce (pdf - 3,7 MB)